venerdì 14 dicembre 2007

TONSILLE

Pistoia, a sei anni muore dopo intervento di tonsilleIl padre: «Me lo hanno ammazzato»
PISTOIA (14 dicembre) - Un bambino di sei anni, Federico, è morto, poco dopo la mezzanotte, all'ospedale di Pistoia. Il piccolo era stato operato due giorni fa di tonsille e adenoidi. La morte, secondo quanto spiegato questa mattina è stata causata da un'emorragia. Il bimbo abitava con la famiglia a Quarrata: quando si è sentito male era assistito anche dalla madre. I genitori del piccolo, una coppia giovanissima originaria di Vibo Valentia che ha un altro figlio di un anno e mezzo, sostengono che al momento della crisi i medici del reparto di pediatria, all'ospedale del Ceppo, non erano presenti e che, quando sono arrivati, nonostante le manovre di rianimazione, per il piccolo Federico, che avrebbe compiuto sei anni il prossimo 23 dicembre, non c'era più niente da fare. Secondo la Asl, invece, i medici sono intervenuti immediatamente insieme al personale infermieristico. Sempre secondo quanto riferito dai dirigenti della Asl l'equivoco sarebbe nato dal tipo di divise "colorate" indossate anche dai medici nel reparto di pediatria.La disperazione del padre «Ora i medici di pediatria mi dicono che mi sono vicini; non si rendono conto di quello che hanno fatto. Hanno lasciato morire un bambino di sei anni. Tutti i dottori sono arrivati troppo tardi. Quaranta minuti dopo l'emergenza. Me lo hanno ammazzato. Voglio la verità». È quanto ha detto il padre di Federico. (da ilmessaggero.it del 14.12.07)

1 commento:

RobRond ha detto...

Ormai in Italia la tonsillectomia sta diventando più rischioso di un intervento di bypass... il problema che ci sarà qualcuno che sulla base di queste statistiche inizierà a parlare di complicanza prevedibile ma non prevenibile.