giovedì 6 dicembre 2007

CORAGGIO, LIVIA!

Coraggio, signor ministro della Salute! Abbiamo molti ospedali disastrati, manda gli ispettori, ma non aspettare che succeda il guaio, mandali prima. Vedi cosa è successo a Vibo Valentia.
Ospedale di Vibo Valentia, nuova tragedia:16enne muore sotto i ferri. Turco ordina ispezione
VIBO VALENTIA (5 dicembre) - A meno di un anno dalla morte di Federica Monteleone, la sedicenne deceduta dopo una settimana di coma provocato da un black out in sala operatoria, nell'ospedale di Vibo Valentia una coetanea di Federica, Eva Ruscio, è morta mentre veniva sottoposta ad un intervento chirurgico alle tonsille. Federica, deceduta nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Cosenza dove venne trasferita da Vibo, era stata ricoverata nello stesso presidio ospedaliero vibonese per l'esecuzione di un banale intervento di appendicectomia. In sala operatoria, nel corso dell'intervento chirurgico, però, si era verificata un'interruzione della corrente elettrica mentre l'apparecchiatura per la ventilazione non risultava collegata al gruppo di continuità che sarebbe dovuto entrare in funzione nei casi di assenza di elettricità. Dallo scorso mese di gennaio le sale operatorie, compresa quella dove era avvenuto l'episodio drammatico che aveva portato al coma di Federica, sono state ristrutturate.Il ministro della salute Livia Turco ha disposto, in accordo con la regione Calabria, un'ispezione all'ospedale di Vibo Valentia, dove è morta Eva Ruscio. Nell'ambito dell'inchiesta è stato disposto il sequestro della sala operatoria dell'ospedale. I magistrati hanno anche ascoltato i medici e il personale in servizio nel reparto operatorio. (da repubblica.it, 6.12.07)

1 commento:

RobRond ha detto...

Caro prof, per natale regaliamo al ministro Turco un DVD di "The Untouchables" affinché possa trovare ispirazione, anziché propugnare servizi di risk management gestiti dagli stessi che fino ad oggi avevano comunque il dovere di controllare (le direzioni sanitarie) e ovviamente non hanno mai controllato per mancanza di volontà o di capacità.
Le ispezioni ministeriali sono sempre esistite (così come le interrogazioni parlamentari) e mi sembra che non abbiano mai fatto nulla se non essere dei semplici strumenti per battaglie politiche a fini personali.
Andiamo a valutare quante teste sono saltate dopo le ispezioni ministeriali negli ospedali: ma l'interrogativo è un altro la loro utilità non è forse solo di essere opium populi?