venerdì 7 dicembre 2007

VERGOGNA, IRAN!

Un gay 21enne, curdo, è stato giustiziato in una prigione dell' Iran per un atto di sodomia compiuto quando aveva 13 anni. Per i minori colpevoli di atti omosessuali (fino a 14 anni), la legge dell'Iran prevede la fustigazione, non la pena di morte, che è stata comminata a discrezione del giudice. VERGOGNA!
Leggi qui http://www.corriere.it/esteri/07_dicembre_06/iran_esecuzione_sodomia_01b9cbca-a42c-11dc-b343-0003ba99c53b.shtml

1 commento:

RobRond ha detto...

Ma la vergogna è relativa alla pena di morte, alla fustigazione dei minori, o per il fatto che è permesso a tali soggetti politici di sedere alle nazioni unite facendo sì che possano prendere anche la parola?